ARCANO 0: IL MATTO

Gli arcani maggiori sono numerati dallo 0 alla XXI.
Per poterle studiare meglio in base alla sensibilità analogica è possibile suddividerle in tre gruppi di sette carte ciascuna escludendo la carta 0.
Vediamo ora cosa rappresenta ciascun arcano…

ARCANO 0: IL MATTO

L’arcano 0 è rappresentato dal Matto. Ma perché è l’unico arcano ad avere un numero nullo? Perché esso, come vedremo, rappresenta l’inizio e la fine ed è una carta di estrema importanza.
È anche l’unica carta che è rimasta a far parte delle normali carte da gioco, dove è chiamato Jolly cioè la carta che può sostituire qualunque altra. Ma perché questo? Perché il Matto in realtà riassume e raccoglie il significato di tutti gli altri arcani e quindi può essere considerato come il punto d’inizio ma anche il punto finale di qualsiasi situazione.
Osserviamo questo arcano in qualsiasi mazzo siamo in possesso, e noteremo alcuni elementi: una moltitudine di colori che caratterizzano il suo costume, il fagotto che porta con sé, il bastone, e il cane (o lince bianca nei tarocchi di Wirth, il coccodrillo nei tarocchi Egizi, nei tarocchi Visconti-Sforza questo è totalmente assente). Ognuno di questi elementi è un simbolo che denota un determinato significato.
La moltitudine di colori del costume rappresenta la sua incoerenza, un po’ come se viaggiasse barcollando tra ARCANO 0: IL MATTOil filo della follia e della ragione.
Il fagotto rappresenta invece la mente colma di pensieri stravaganti che lui porta ovunque va con sé e se volesse fermarsi ad aprire quel fagotto uscirebbero sorprese e decisioni inaspettate.
Il cane o la lince o il coccodrillo rappresenta il rimorso per gli errori passati. Un rimorso che non lo abbandona e lo perseguita ma è comunque un rimorso che si porta con sé ma gli permette lo stesso di proseguire per la sua strada. Ma l’animale rappresenta anche l’istintività.
Il Matto non ha nulla. Nei tarocchi di Wirth è rappresentato come brutto e così in tutti i tarocchi tranne in quello di Rider-Waite dove appare giovane e bello. È un uomo che è sempre sulla strada, è come il bimbo appena nato che entra puro nel mondo inconsapevole ancora di sé come entità ancora separata. È innocenza, freschezza, personificazione della primavera. È comunque l’arcano del savio-pazzo.
È l’eterno pellegrino in cerca della conoscenza, è l’ambivalenza tra l’innocenza e l’errore, è senza tempo e la sua libertà si spinge contro ogni ordine prestabilito.
Cosa può indicare questo arcano nelle varie stesure?
Questo arcano rappresenta innocenza, immaturità, la possibilità di avere anche un atteggiamento inaspettato, una personalità sfuggente, indefinibile, è un’intelligenza che va oltre, è alla ricerca dell’utopia. Può rappresentare un amore superficiale ma anche al contrario un amore che va oltre e molto nobile a seconda di come prosegue la vita del consultante.
Se capovolto può indicare imprudenza, disordine, decisioni sbagliate ma anche l’assurdo che non necessariamente deve essere negativo ma può essere inaspettato o imprevedibile, pazzia…

 

 

Articolo di Demetra Cartomante, vietata copia.

Per ricevere consulto da Demetra Cartomante visitare il sito www.demetracartomanzia.com

Per consulti telefonici di cartomanzia, astrologia e medianità contattare i seguenti numeri

Carta di credito con Demetra Cartomante 1,50 € al minuto