FESTIVITA’ PAGANE

Nel Paganesimo l’anno viene rappresentato dal ciclo naturale delle stagioni e dagli agricoltori. Le festività pagane sono quindi collegate strettamente alla trasformazione del flusso energetico naturale: nascita, maturità, morte .

31 Ottobre = Grande Sabba Halloween; 1 Novembre = Samhain; 2 Novembre = Festa Degli Antichi Spiriti

In questo periodo è necessario chiudere le questioni lasciate in sospeso. E’ il capodanno pagano e come tale è necessario non portare nell’anno nuovo cose negative. Esiste in questo periodo un collegamento diretto tra vivi e morti, e le arti divinatorie in questo periodo diventano un vero ponte tra i due mondi.

In questo periodo diventa importante consumare mele, nocciole, e zucca. Le mele indicano l’amore, la conoscenza, e anche la morte. La mela è un simbolo sacro e all’interno tagliandola troviamo disegnato il pentacolo. E’ utile in questo periodo produrre sidro e vino di mele. Le nocciole, invece, rappresentano la saggezza, la sapienza magica, sono sorgenti di conoscenza per i celti.

Cosa fare durante questa festività?

Bruciare per iscritto ciò che non vuole. Lasciare un posto a tavola per un giorno e per una notte. Seppelire o lasciare all’aperto una mela.

21 – 23 -25 Dicembre: Solstizio d’inverno o Yule, Sol Invictus

Festa pagana dedicata al Dio Sole in cui si facevano celebrazioni con candele, canti e orge. Nella tradizione cristiana corrisponde con la natività del Cristo.

In questo periodo si passa dal NIGREDO al SOLVE ET COAGULA cioè morte e rinascita, purificazione ed elevazione.

In questa festività l’adepto ha l’iniziazione. Si impone, quindi, un nuovo nome che con il tempo porta alla maturazioneper la vita magica.

VISITA INTERIORA TERRAE RECTIFICANDO INVENIES OCUTUM LAPIDEM (=visita l’interno della terra) + CAUDA PAVONIS (avvicinamento ai quattro elementi: acqua, aria, terra, fuoco).

Le parti sostiziali sono controllate dai due Giovanni: il Battista al solstizio estivo e l’Evangelista a quella invernale.

Giovanni regge un calice con all’interno un serpente. Bere da questo Graal e subliminare il serpente ingerito, rendere inoffensivo il veleno da cui si estrae elisir di giovinezza ed elevazione, potenza e nutrimento  per corpo e spirito.

Cosa fare durante questa festività?

Alzarsi prima dell’alba per ammirare il sorgere del sole. Agrifoglio, vischio, edera all’interno e all’esterno dell’abitazione. Agrifoglio da tenere tutto l’anno.

31 gennaio – 1 febbraio – 2 febbraio: Imbolc – La Canderola

La Madre Terra si avvicina al giovane Sole e questo porta ad eliminare il negativo e porta alla purificazione.

UGUALE ATTRAE UGUALE, PURIFICAZIONE E RINNOVAMENTO PROFONDO. In questo momento non bisogna desiderare ma volere perchè quando chiedi ti sarà dato.

E’ importante però ricordarsi che “Io posso, Io voglio, Io comando” è diverso rispetto a un’arroganza sterile.

In questo periodo le giornate si allungano ma è ancora in inverno.

Cosa fare durante questa festività?

Versare latte sulla Terra per ringraziarla e onorarla. Pulire pavimenti con scopa saggina. Accendere luci di casa per qualche minuto o meglio candela bianca.

21 marzo: Equinozio di Primavera, Festa deli alberi, Anna Perenna, Lady Day, Giorno Della Luna, Pasqua

In questo periodo il giorno e la notte hanno la stessa durata. Il corpo è più rinnovato e la mente più limpida. CROCE DI S. ANDREA/ CROCE DECUSSATA = unione tra cielo e terra al cui centro ci sono l’uomo e l’albero.

L’albero è il simbolo di unione tra cielo e terra in quanto le  radici tengono ben saldo alla terra e le fronde spingono verso il cielo.

Questa è la festa degli opposti. Giorno  e notte. Forza maschile e forza femminile.

Questo periodo è la rinascita emotiva personale. C’è una connessione totale energetica con la natura e la terra, la libertà e il sole, le piante. i nidi e la fecondità.

Cosa fare durante questa festività?

Passeggiare all’aperto. In luna calante e solo se bel tempo e senza nubi farsi un infuso di ortica. Scrivere su un guscio cotto di uovo le qualità che si desiderano e poi colorarle. Scrivere le proprie annotazioni personali emotive.

30 Aprile = Notte di Walpurga; 1 maggio = Beltane (Dio Cernunno, Dio Bel, Dio dell’Amore)

E’ l’unica festa in cui la chiesa cattolica non si è impossessata o sovrapposta. Tanto che viene identificata come una festa satanista ma in realtà non lo è.

Si celebra la terra fecondata i cui frutti verranno raccolti in estate. Si celebrano le fecondazioni e il concepimento.

Cosa fare durante questa festività?

Si esorcizzano le forze maligne e si eseguono riti di purificazione per togliere malocchi e fatture. Si festeggia con balli e danze nelle campagne.

21 giugno = Solstizio d’estate; 24 giugno =  San Giovanni

“San Giovanni non vuole inganni”. Momento particolarmente magico e carico di forze naturali. Il Sole, simbolo del fuoco divino entra nella costellazione del Cancro, simbolo delle acque e dominato dalla Luna dando origine all’unione delle due opposte polarità che si incontrano. Rappresentato dalla stella a sei punte dove il triangolo del Fuoco e il triangolo dell’Acqua si incrociano.  Queste nozze indicano il passaggio tra il mondo dell’uomo e con il mondo divino eterno dando origine a due poli: maschio e femmina; luce e tenebra; positivo e negativo.

I solstizi vengono chiamati porte.

Cosa fare durante questa festività?

A mezzanotte si deve raccogliere un ramo di felce e tenerlo in casa per aumentare i propri guadagni. Accendere un fuoco nella vigilia del 24 e saltare sul falò avendo chiaro cosa vogliamo cambiare. Mangiare le lumache di San Giovanni che rappresentano le avversità, le discordie e le preoccupazioni. Mangiarle significa distruggerle. Raccogliere le noci per preparare il nocino per i momenti di bisogno.

30 luglio = Lunghnasadh; 1 agosto = Lammas; 2 agosto =  Festa del Raccolto

Momento di raccoglimento interiore e in precisione dell’inverno. La notte ha una durata maggiore rispetto al giorno.

Si festeggia la Grande Madre Terra che offre tutti i frutti. Si raccolgono le ricchezze da terra e si festeggia la rinascita. Festa della trasformazione e della rinascita. Grande rinascita vitale per la ricerca del benessere psicofisico.

Cosa fare durante questa festività?

Bruciare bacche di ginepro. Bruciare rametti di alloro o tenere nella propria persona o portafogli. Assumere menta nei piatit con insalate e bevande. Fumigazioni con ortica.

21 settembre =  Equinozio d’Autunno, Mabon, Secunda, Michaelmas o Michael Supremo

Il cielo riproduttivo è concluso. Mabon è la fine del raccolto e permette di ricercare un nuovo livello di consapevolezza. E’ il tempo dei bilancia e la Madre Terra si riposa. Il Sole scende agli inferi e le tenebre cominciano a prevalere sulla luce. Michele sconfigge le tenebre e riporta la luce.

Cosa fare durante questa festività?

Banchetti con una parte per la terra e le sue creature. Donare avanzi del banchetto alla terra.

Articolo di Demetra Cartomante, vietata copia.

Per ricevere consulto da Demetra Cartomante visitare il sito www.demetracartomanzia.com

Per consulti telefonici di cartomanzia, astrologia e medianità contattare i seguenti numeri

Carta di credito con Demetra Cartomante 1,50 € al minuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *