IL BAGATTO O IL MAGO

È con il Bagatto o il Mago che l’io individuale emerge in quanto separato dal mondo esterno. Il Bagatto o il Mago è la porta, è l’io potenziale che può far tutto.

E’ l’Arcano Maggiore I dei tarocchi.

In quasi tutti i mazzi, noteremo che il Mago è rappresentato con un braccio verso l’alto e l’altro braccio verso il basso. Oppure, con le due braccia verso il tavolo ma c’è sempre uno con posizione superiore rispetto all’altro.

Questa posizione indica “così come è sopra, è anche sotto, così come è sotto, è anche sopra”. Proprio questa è la regola fondamentale della cartomanzia che vede le decisioni del mondo divino e il mondo reale come specchio riflesso.

Il Mago tiene su un tavolo quadrato, simbolo della creazione, un bastone, una coppa, una spada, dei denari. Essi sono le quattro possibilità della creazione: con il bastone che tiene in mano egli crea, con la coppa preserva, con la spada distrugge, con denaro redime. Mentre sulla testa, nel mazzo di Wirth, il cappello ha la forma di otto che rappresenta l’infinito e i suoi pensieri.

Nel mazzo di Wirth, il tavolo è a tre gambe e queste rappresentano lo spirito, l’anima, il corpo.

Il Bagatto nel Medioevo era una figura che spesso si incontrava nei mercati. Vendeva cianfrusaglie e per attirare l’attenzione sollazzava in pubblico con giochetti di prestigio.

Nel mazzo di Wirth, il Bagatto non è solo un prestigiatore ma anche un uomo iniziato alla magia dove interviene su se stesso e sul mondo circostante attraverso le arti magiche. Il principio di autocreazione qui  è fondamentale.

Mentre nel mazzo di Rider – Waite il  bagatto indossa una veste bianca per indicare una purezza di cuore, e il suo mantello rosso indica il fuoco spirituale. La posizione delle sue braccia è accentuata rispetto agli altri mazzi perché simboleggia invoca dal cielo le forze che possono essere guidate verso la terra attraverso la magia trascendentale.

il bagatto o il magoIl Bagatto è una carta ambigua quindi viene vista come mago e ciarlatano, ricerca della conoscenza e fonte sfuggente di questa conoscenza, creazione ma anche gioco. Creatura ma al tempo stesso creazione, egli ci indica che l’uomo ha il compito di creare se stesso o che l’uomo quello che egli stesso ha creato.

Che cosa può indicare questo arcano nelle varie stesure?

Autostima, proprietà di creazione e realizzazione, dominio sugli elementi, capacità di utilizzare gli elementi per il raggiungimento del proprio obiettivo, analisi, equilibrio mentale, inventiva e razionalità, abilità e capacità di risolvere i problemi.

Se l’arcano invece è rovesciato indica una persona che cerca di manipolare gli altri con la sua razionalità e intelligenza. Solitamente può essere un truffatore, un ciarlatano, un bugiardo. Oppure in base alle combinazioni con le altre carte può anche indicare un periodo in cui la persona ha perso fiducia in se stesso ed è molto insicuro.

Il Bagatto sostanzialmente è l’Io individuale nella sua forma più primitiva ed è strettamente legato alle quattro carte successive che rappresentano i poteri a cui l’io-bambino è soggetto: quello femminile spirituale, la Papessa, quello femminile materiale, l’Imperatrice, quello maschile materiale, l’Imperatore, quello maschile spirituale, il Papa. A queste carte lo psicologo Jung collega quattro funzioni psicologiche: Intuizione, Sentimento, Sensazione e Pensiero. Carte che indicano la famiglia, l’educazione, la tradizione, la scuola da cui il giovane si emanciperà lasciandosi alle spalle, con l’adolescenza, la famiglia, trovandosi una compagna, attraverso l’esperienza dell’Amore che viene rispecchi amata nell’arcano VI degli Amanti.

 

Articolo di Demetra Cartomante, vietata copia.

Per ricevere consulto da Demetra Cartomante visitare il sito www.demetracartomanzia.com

Per consulti telefonici di cartomanzia, astrologia e medianità contattare i seguenti numeri

Carta di credito con Demetra Cartomante 1,50 € al minuto