MEDIUM

Un medium è  un soggeto con facoltà extrasensoriali che fa da intermediario tra la nostra dimensione e quella di altre entità parallele.

Questo termine è stato sin dall’inizio coniato dallo spiritismo (dottrina filosofica nata in Francia nel 1857 da Allan Kardek) nel XIX secolo. Venne ripetuto nei secoli fino ad indicare più comunemente coloro che hanno le capacità di comunicare con gli spiriti dei defunti attraverso la psicofonia, ossia per via orale e attraverso la psicografia, ossia la scrittura automatica. Queste entità sono ancora intrappolati nella nostra dimensione, per questioni in sospeso legati alla loro vita appena conclusa.

I medium possono essere distinti in base alle loro facoltà:

MEDIUM AD EFFETTI FISICI

Questa categoria appartiene a chi ha il potere di produrre in modo particolare movimenti di corpi inerti, rumori, piccoli bradisismi. A loro volta questa categoria, si può dividere in altre due:  medium facoltativi e naturali o involontari.

MEDIUM FACOLTATIVI: questi sono pienamente coscenti delle loro capacità e producono effetti spiritici con la loro piena volontà. Naturalmente non tutti hanno la stessa “capienza” di potere. C’è chi può manifestare grande potenzialità (spostamemto di corpi in uno spazio aereo definito, traslazione aerea e spostamenti con tanto di materializzazione), oppure chi produce pochi effetti ad esempio i colpi battuti.

INVOLONTARI O NATURALI: Semplicemente non sono a conoscenza del loro potere e quest’ultimo si manifesta a loro insaputa.

SENSITIVI O IMPRESSIONABILI

La maggior parte dei medium sono impressionabili questo perchè consiste nel percepire attraverso una sensazione la presenza di uno spirito. Si può affermare che questo tipo di facoltà è indispensabile per lo sviluppo di tutte le altre che seguiranno. Infatti, se questa viene sviluppata ci sarà la possibiltà di non solo percepire la presenza ma anche la loro natura, ovvero se è buona, cattiva, famigliare o estranea. Questo avviene con una sorta di “fremito” in tutto il corpo e delle sensazioni. Le sensazioni possono essere ad esempio disagio, paura, gioia, trisezza ecc…

AUDITIVI

Chi appartiene a questa categoria riesce a captare le voci degli spiriti presenti nel suo stesso ambiente (pnematofonia). Il medium può sentire queste voci in due modi. A volte il suono viene sentito come una voce interiore, come se provenisse dall’interno dell’orecchio, altre volte viene sentito in maniera distante come se fosse la voce di un essere vivente vicino a sè. Ovviamente, tramite questo metodo, gli spiriti possono comunicare in maniera svariata, da un approccio d’aiuto ad uno di tipo persecutorio.

PARLANTI

Abbiamo visto che gli spiriti, per comunicare, fanno uso di una nostra parte del corpo, ad esempio le mani, la vista, l’udito o in questo caso la voce. I parlanti, quindi, sono soggetti che riescono a “donare” la loro la voce ad uno spirito per una comunicazione da parte di quest’ultimo. Il medium parlante, appunto, non ha coscienza nel momento in cui lo spirito parla attraverso lui, tant’è che molte volte lo spirito usa un linguaggio oppure un lessico che differiscono dalla conoscenza o dal linguaggio abitudinario della persona. Alla fine della manifestazione la  persona fisica non ricorderà nulla di ciò che ha riferito per conto della presenza, appunto per questo si consiglia sempre di usare una videocamera o un registratore per documentare l’accaduto.

VEGGENTI

I soggetti appartenenti a questa categora hanno la capacità di vedere le presenza in stato di veglia, descrivendone l’aspetto e le sensazioni. Naturalmente anche chi non possiede la vista e ha questo dono può vedere le presenze appunto perchè non le si vedono con la vista ma con l’anima.

La comparizione può essere momentanea, cioè caratterizzata da una crisi del soggetto, oppure propria del soggeto dotato, in quanto tale.

Nel primo caso, si possono manifestare le presenza di parenti alle quali il soggetto può fare riferimento per consigli o per dare lui notizie importanti su altri amici o parenti. Nel secondo caso, il soggetto può vedere presenze sconosciute, che chiedono aiuto per terminare una questione per loro conto oppure per chiudere un problema che lo lascia bloccato sulla nostra dimensione. Ovviamente può descriverne l’aspetto e le sensazioni.

SONNAMBULI

La loro facoltà si sviluppa durante il sonno. Infatti, nel corso del sonno l’anima si distacca dal corpo e si trova libero di viaggiare dove vuole, spostandosi da un posto all’altro alla velocità del pensiero.

Ciò consente al medium di apprendere cose che vanno aldilà delle comuni conoscenze. Molto spesso vi sono altre entità più evolute, chiamati spiriti guida, che accompagnano l’anima del medium in questo straordinario viaggio. Lo aiuta, quindi, a comprendere questioni per le quali non ha ancora raggiunto il livello di avanzamento adatto.

GUARITORI

Rientrano nella categoria tutti quei soggetti aventi il dono di guarire persone, piante, animali con il semplice tatto o addirittura in alcuni casi con la forza del pensiero (derivante da una potenza spiritica enorme), escludendo quindi l’ausilio dei comuni medicamenti.

PNEUMATOGRAFI

Sono medium che comunicano con gli spiriti tramite la scrittura. A seconda del tipo di contatto instaurato (che dipende dal maggior o minor sviluppo dei poteri del medium), si possono ottenere delle scritture che vanno da un semplice segno ad intere pagine scritte dallo spirito evocato. Nel caso della pneumatografia, basta depositare un foglio di carta bianco ripiegato in un luogo qualsiasi o indicato dallo spirito stesso. Alcune volte bastano dieci minuti o un quarto d’ora, ma affinché il fenomeno abbia luogo occorre creare un’atmosfera di preghiera e raccoglimento.

PSICOGRAFI

Questi si differenziano dagli pneumatografi per il fatto che è il soggetto stesso deve tenere  in mano uno strumento (generalmente una penna) con il quale lo spirito comunica. Tale facoltà si può migliorare con l’esercizio. I medium psicografi si possono dividere in più categorie:

MECCANICI: questi vengono chiamati anche passivi perchè appunto non hanno il controllo di ciò che scrivono, infatti è lo spirito che prende possesso della mano o dello strumento attraverso il quale scrive per comunicare. Quindi il soggetto scrive contro la sua volontà e termina solo quando lo decide lo spirito.

INTUITIVI: In questo caso lo spirito comunica le sue emozioni all’anima del medium che a sua volta deve scrivere quello che lo spirito “detta”.

ISPIRATI

Appartengono a questa categoria, coloro che manifestano capacità estranee da quanto possedevano. Scoprono di avere capacità in ambiti come, ad esempio la scientifiva o l’arte e si dedicano ad essi come mai avrebbero pensato di fare.

DA PRESENTIMENTI

Questa può essere sviluppata o meno nel medium e può caratterizzarsi da una sensazione alla visione di avvenimenti futuri e premonizioni.

IL PRESENTE ARTICOLO E’ STATO SCRITTO DA ALEX CARTOMANTE SENSITIVO CHE NON COLLABORA PIU’ CON IL CENTRO DA TEMPO – VIENE RIPUBBLICATO DA DEMETRA CARTOMANTE PER PROPORRE IN MODO DETTAGLIATO L’AGOMENTO RITENUTO IMPORTANTE E INTERESSANTE , vietata copia.

Per ricevere consulto da Demetra Cartomante visitare il sito www.demetracartomanzia.com

Per consulti telefonici di cartomanzia, astrologia e medianità contattare i seguenti numeri

Carta di credito con Demetra Cartomante 1,50 € al minuto